Sono almeno dieci le aziende che si sono attivate per trovare una risposta al coronavirus. La maggior parte dei test attualmente attivi sono in fase preclinica, tuttavia ci sono società che stanno tentando la carta dell’off-label. Ad esempio Abbvie sta ragionando sulla sua combinazione anti-Hiv lopinavir/ritonavir in funzione anticoronavirus. Allo stesso modo stanno facendo anche Gilead e J&J (anche se quest’ultima sta lavorando a un prodotto nuovo).

Le aziende

Le società attualmente impegnate e che hanno dichiarato di essere al lavoro su un vaccino sono Abbvie, Geovax, Gilead, Inovio, J&J, Moderna, Novavax, Regeneron, Vaxart, Gilead e Vir. oltre ad un accordo tra Gsk e Cepi (Coalition for epidemic preparedness innovations): in questo caso la società metterà a disposizione la propria tecnologia ai fini di ricerca.

La ricerca

Come detto la maggior parte dei trial sono in fase preclinica anche se non tutti stanno convergendo verso un vaccino propriamente detto. Regeneron sta puntando a un anticorpo monoclonale per la Mers, anch’essa provocata da un ceppo di coronavirus. Stessa cosa per Vir, anch’essa concentrata su un anticorpo monoclonale. Dall’altra parte ci sono Abbvie e J&J che vogliono rispolverare il loro antiretrovirale per l’Hiv e Gilead che punta al suo farmaco per l’Ebola e che al momento è in fase II. Tra chi sta lavorando sui vaccini, Inovio si sta concentrando sul vaccino Dna, mentre Moderna sul vaccino mRna. Stessa cosa anche Novavax e Vaxart, quest’ultima con un vaccino orale.

Le tempistiche

Fare una previsione sulle tempistiche non è facile. L’immunologo statunitense Anthony Fauci a metà gennaio aveva ipotizzato qualche mese per avere un primo vaccino. Walter Ricciardi, ex presidente Iss, per quanto ottimista, ritiene che si possa arrivare a fine anno. Ci sono poi da valutare le tempistiche regolatorie anche se farmaci di questo genere, sopratutto in casi di emergenza sanitaria, vengono inseriti in procedure di fast track da parte delle agenzie regolatorie, Ema e Fda su tutte.

Fonte : AboutPharma

CORONAVIRUS : chi sta facendo ricerca per il vaccino

Potrebbe anche interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *