Blog

Claritromicina : antibiotico rischioso per i pazienti con malattie cardiache

La Food and Drug Administration Statunitense  (FDA) ha annunciato che gli operatori sanitari dovrebbero essere cauti nel prescrivere l’antibiotico Claritromicina ai pazienti con malattie cardiache a causa del potenziale rischio di ulteriori problemi cardiaci e decessi anni dopo.

La Claritromicina viene in genere utilizzata per trattare i pazienti con infezioni che interessano aree quali seni paranasali, pelle, orecchie e polmoni.

L’allerta si basa su una revisione dei dati a 10 anni dello studio prospettico, controllato verso placebo, CLARICOR, che ha mostrato che i pazienti con malattia cardiaca che avevano ricevuto un ciclo di 2 settimane di Claritromicina hanno presentato un aumento di mortalità almeno un anno dopo aver completato il trattamento.

Secondo l’allerta, almeno due studi osservazionali avevano riscontrato problemi cardiaci a lungo termine associati al farmaco.

L’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA, ha dichiarato di non conoscere il motivo per cui il rischio di mortalità sia maggiore nei pazienti con malattie cardiache.

L’FDA ha raccomandato agli operatori sanitari di valutare i rischi e i benefici quando prescrivono questo antibiotico e di prendere in considerazione altri antibiotici nei pazienti con malattie cardiache.

I risultati dello studio CLARICOR sono stati aggiunti alla scheda tecnica della Claritromicina.

I pazienti devono informare il proprio medico se soffrono di una cardiopatia.

 

Fonti :                FDA, 2018                            XagenaHeadlines,2018