Blog

Relatore del seminario “Alimentazione e Idratazione” c/o UISP – Unione Italiana Sport per tutti – Comitato Monza e Brianza

S.Fruttuoso_0001Giovedì 16 marzo alle ore 21,00 presso la sede della

Polisportiva S. Fruttuoso, Comitato UISP Monza e Brianza,

Via Puglia 14 – Monza –  sarò relatore del seminario dal titolo

“Alimentazione e idratazione come elementi di prevenzione e benessere”

L’alimentazione viene frequentemente sottovalutata e non tenuta in considerazione come strumento terapeutico ma ancora meno come metodo di prevenzione, mentre invece è proprio con l’alimentazione che si può determinare la propria salute ed il proprio benessere per il futuro. Prevenzione, fino a non più di 5 anni fa un termine persino abusato: dalle campagne sociali organizzate da parte del Ministero della Salute ai messaggi pubblicitari più disparati, sempre e comunque si parlava di prevenzione ! Veniva sostenuto il concetto del “prevenire è meglio che curare” e si parlava di educazione in tal senso……….. poi il nulla……..
Nel 2013 , l’OCSE, ovvero l’ Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, pubblica un report nel quale vengono indicate le quote percentuali della spesa sanitaria che le Nazioni Europee tramite i propri Ministeri della Salute , destinano alla prevenzione.
Ed ecco che senza bisogno di commenti, la situazione dell’Italia si manifesta senza se e senza ma: l’Italia è indecorosa ultima in classifica, oltre che in altri ambiti, anche in ambito tutela della salute dei propri cittadini, destinando un roboante 0,5% della spesa sanitaria all’educazione dei propri cittadini ad ammalarsi di meno e preferibilmente il più tardi possibile. La prevenzione passa attraverso una presa di consapevolezza delle proprie abitudini ed una costante ricerca degli stili di vita più idonei al fine di proteggere il proprio stato di salute e benessere. Visto quanto sopra, è evidente che la prevenzione è ormai solo ed esclusivamente nelle mani di ogni singolo individuo: tanto prima si sceglie di prevenire le problematiche e la loro insorgenza, tanto meno ci si ammalerà con tutto ciò che ne deriva di conseguenza. Durante il seminario si approfondiranno gli aspetti della corretta alimentazione e come gli stessi possano rappresentare fonte di tutela della salute e del benessere di ognuno.

Per quanto concerne l’idratazione, bisogna partire dal principio che l’acqua è il principale elemento che sta alla base della vita di tutti gli esseri viventi presenti sulla terra, siano essi animali o vegetali. Il corpo umano è composto all’incirca per il 70% di acqua. Questa percentuale fa comprendere come sia possibile sopravvivere senza cibo anche per parecchi giorni, ma non sia possibile senza acqua causa la disidratazione e la cessazione delle funzioni fisiologiche. Abbiamo detto che l’acqua costituisce il 70% circa dell’organismo umano: varia in rapporto all’età con un massimo alla nascita che va diminuendo progressivamente con l’invecchiamento. Gli uomini presentano una percentuale maggiore delle donne in rapporto alla minor massa grassa, così come gli atleti rispetto ai sedentari. Ovviamente l’acqua si distribuisce in maniera differente nei vari distretti dell’organismo ma esiste un dato fondamentale: l’acqua costituisce il 65-70% della massa muscolare. Se si considera che nei maschi la massa muscolare equivale mediamente al 50% della massa corporea, si determina che la metà del contenuto di acqua è nei muscoli. Ecco quindi perché la corretta idratazione consente il corretto funzionamento di tutti i principali metabolismi dell’organismo ed una ottimale prestazione muscolare. La considerazione che quindi ne deriva è che va sempre mantenuta la corretta idratazione nell’arco della giornata per essere sempre nelle migliori condizioni e tutelare il proprio stato di salute. Nel seminario verranno affrontati i fondamenti della corretta idratazione oltre che le caratteristiche qualitative dell’acqua, oggi sempre più importanti visto il grado d’inquinamento della stessa: l’acqua può difatti essere tanto strumento di salute e benessere quando sana, quanto paradossalmente primo elemento nocivo che contribuisce allo stato di ammalamento della persona se inquinata e di pessima qualità e sicurezza.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *