triclosan_tumori_fegato

 

Il Triclosan, ingrediente antibatterico che spesso si trova in prodotti per l’igiene personale come saponi liquidi per le mani, detergenti intimi e dentifrici, può danneggiare il fegato e causare gravi danni come fibrosi epatica e tumori. Da tempo si discuteva della possibile pericolosità del Triclosan e ora arrivano delle conferme da uno studio condotto presso l’Università della California e pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, studio dal titolo di “The commonly used antimicrobial additive Triclosan is a liver tumor promoter”.       La ricerca, condotta su modello animale con esposizione a lungo termine a questa sostanza, ha portato a danneggiare il funzionamento del fegato e a scatenare fibrosi epatica e comparsa di tumori: a partire da tale studio, gli esperti hanno confermato il rischio di tossicità epatica per l’uomo che supera il vantaggio moderato che il Triclosan può presentare per la sua efficacia antimicrobica, come sottolineato da Robert H, Tukey, autore dello studio e esperto di chimica. I tempi di rischio per quanto riguarda l’esposizione umana al Triclosan e i danni al fegato sono stati stimati dagli esperti che fanno riferimento ad un totale di 18 anni. Un’esposizione prolungata al Triclosan, dunque, potrebbe portare ad una maggior rischio e e frequenza di comparsa delle malattie del fegato, con particolare riferimento ai tumori.

Secondo lo studio, il Triclosan è pericoloso poiché interferisce con lo sviluppo del recettore dell’androstano. Si tratta di una proteina che si occupa di metabolizzare sostanze chimiche estranee al corpo. Quando questa proteina viene danneggiata, ecco la proliferazione di cellule epatiche che nel tempo può portare ad una fibrosi epatica. Il Triclosan, inoltre, permane nel latte materno e nelle urine. Gli esperti suggeriscono di eliminare il Triclosan dai prodotti dove è praticamente inutile, come i saponi liquidi, in modo da ridurre il nostro contatto con questo ingrediente tramite i prodotti di uso quotidiano. Il Triclosan molto presumibilmente al bando negli Stati Uniti è già sotto osservazione in Europa. E’ stato stabilito un limite di sicurezza dello 0,3% per quanto riguarda la concentrazione di Triclosan in prodotti come dentifrici, deodoranti, detergenti per le mani o per il corpo. Si tratta però di prodotti che utilizziamo ogni giorno: i saponi antibatterici aumenterebbero il rischio di infezioni proprio a causa del Triclosan. Nel dubbio, meglio leggere bene le etichette ed evitare detergenti deodoranti e dentifrici che contengono Triclosan.

Fonte :     GreenMe.it   –  Marta Albè

Prodotti per l’igiene personale, attenzione al Triclosan: rischio danni al fegato, tumori compresi

Potrebbe anche interessarti