Blog

Gli Omega-3 ad alto dosaggio riducono il rimodellamento cardiaco dopo infarto miocardico

slide_17

I risultati dello studio OMEGA-REMODEL ( Omega-3 Acid Ethyl Esters on Left Ventricular Remodeling After Acute Myocardial Infarction ) tra i pazienti con infarto miocardico acuto, hanno mostrato che gli alti dosaggi di Acidi grassi Omega-3 sono associati a una riduzione del rimodellamento inverso del ventricolo sinistro, della fibrosi miocardica non-dovuta-a-infarto, e dei biomarcatori sierici di infiammazione sistemica.  OMEGA-REMODEL è uno studio multicentrico, in doppio cieco, controllato con placebo, che ha riguardato 358 soggetti che avevano sofferto di infarto miocardico acuto ( IMA ). 180 pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere 6 mesi di Acidi grassi Omega-3 ad alto dosaggio, mentre a 178 pazienti è stato somministrato un placebo. I ricercatori hanno fatto uso della risonanza magnetica cardiaca per valutare la struttura cardiaca e le caratteristiche del tessuto al basale e dopo terapia. L’endpoint primario era rappresentato dal cambiamento dell’indice di volume sistolico del ventricolo sinistro.
Endpoint secondari erano: cambiamento della fibrosi miocardica non-dovuta-a-infarto, della frazione di eiezione ventricolare sinistra, e della dimensione dell’area infartuale. Rispetto al placebo, i pazienti che hanno ricevuto giornalmente 4 g di Acidi grassi Omega-3 hanno sono andati incontro a un significativo miglioramento sia nel volume telesistolico del ventricolo sinistro sia in una misura surrogata di fibrosi miocardica non-infartuale alla risonanza magnetica cardiaca durante i primi 6 mesi dopo infarto miocardico. Questi benefici riguardanti il rimodellamento miocardico hanno seguito una relazione dose-risposta con l’aumento dei livelli in vivo di Acidi grassi Omega-3.

I pazienti che hanno ricevuto gli Acidi grassi Omega-3 hanno mostrato una significativa riduzione dell’indice di volume sistolico del ventricolo sinistro ( -5.8%, P = 0.017 ) e della fibrosi miocardica non-infartuale ( -5.6%, P = 0.026 ) rispetto al gruppo placebo.

I pazienti che hanno raggiunto il più alto incremento di quartile dei livelli di Omega-3 nei globuli rossi hanno ridotto l’indice di volume sistolico ventricolare sinistro del 13% rispetto ai pazienti con quartile più basso. I pazienti che hanno ricevuto Acidi grassi Omega-3 hanno anche sperimentato riduzioni significative dei biomarcatori sierici, dell’infiammazione vascolare, e della fibrosi miocardica. Non sono stati riscontrati eventi avversi associati alla terapia con Acidi grassi Omega-3 ad alto dosaggio.

Lo studio OMEGA-REMODEL ha fornito evidenza che una dose giornaliera di 4 g di Acidi grassi Omega-3 è un trattamento sicuro ed efficace nel migliorare il rimodellamento cardiaco nei pazienti che ricevono terapia guidata dalle lineeguida post-infarto miocardico.

Dato che l’incidenza di insufficienza cardiaca dopo infarto miocardico acuto resta alta nonostante le attuali terapie, i benefici sul rimodellamento cardiaco da parte degli Acidi grassi Omega-3 possono avere un significativo impatto clinico.

 

Fonte:   Circulation, 2016                      Xagena,2016

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *