piramide_alimenti

L’errore di fondo del primato dell’ “animal factor” rispetto al “vegetal factor”, presentato come verità scientifica, è oggi assolutamente superato: la cosiddetta “alimentazione ricca” è la vera responsabile delle patologie che affliggono l’umanità del terzo millennio, con i suoi Quattro Killer: consumo eccessivo di proteine animali, consumo eccessivo di grassi animali, eccesso di zucchero, eccesso di sale. La risposta ad ogni quesito viene dalla Natura e la strada da (ri)percorrere è, in fondo, un semplice ritorno alla tradizione alimentare dei nostri antichi progenitori, che trova nella Dieta del Mediterraneo un fondamento illuminante e rassicurante, rivisitato in chiave naturopatica ed eubiotica. La Naturopatia e l’Eubiotica sono entrate a buon diritto fra le Scienze della Salute, partendo da fondamenti teorici e principi salutistici che affondano le proprie radici nella conoscenze di Etnomedicina e Medicina naturale, con occhio attento alla straordinaria evoluzione della Fisica quantistica che sta letteralmente rivoluzionando le Bioscienze, scardinando antichi preconcetti ed affiancandosi in modo non “alternativo” ma assolutamente “complementare” alla cosiddetta Medicina ufficiale. Obiettivo fondamentale della Naturopatia e dell’Eubiotica è la stimolazione, in qualche modo “steineriana”, delle capacità di autoguarigione degli organismi viventi e di ritorno ad equilibri “omeostatici” mediante il ricorso a tecniche e rimedi naturali e con la sistematica adozione di stili di vita sani, in armonia con i “ritmi biologici naturali”. Esiste oggi un inoppugnabile dato di fatto,  ovvero la rigorosa e consapevole autocritica del modello alimentare occidentale, proposto nel secondo dopoguerra del secolo scorso, messa in atto ai giorni nostri dagli Scienziati americani della Nutrizione: ciò che era stato precipitosamente presentato come strumento di salute, alla prova dei fatti si è dimostrato strumento di malattia, così come sono ormai evidenti i gravi rischi per la salute legati al ricorso ad alimenti transgenici.

Da qui la necessità di tutelare il proprio benessere e gestirsi in autonomia con scelte consapevoli, prediligendo i vegetali e la loro integralità quale parte dominante all’interno dell’alimentazione quotidiana.

Il mio libro entra nel merito dei dettagli e fa riferimenti pratici a come prendersi cura del proprio benessere sia del corpo che della mente.

Il Libro

Vegetal Factor: necessità di un ritorno

Potrebbe anche interessarti