Blog

Broccoli, salute e benessere: alcuni buoni motivi per mangiarli.

broccoliPossiedono importanti proprietà benefiche per la salute, per quanto non siano ortaggi molto apprezzati.  I broccoli infatti sono ricchi di elementi utili alla prevenzione di diverse malattie, alcune delle quali anche gravie.
Entriamo nelle ragioni per le quali andrebbero compresi tra le nostre abitudini alimentari:

  • Potenti antiossidanti
    Tra tutte le verdure crucifere (come cavolfiori e cavoletti di Bruxelles ) si caratterizzano per essere la fonte più concentrata di vitamina C e di flavonoidi. Tra i flavonoidi, ricordiamo il campferolo che sembra diminuire gli effetti degli allergeni sull’organismo. Inoltre, contengono anche carotenoidi (precursori della vitamina A) quali la luteina ( utile per la vista e per prevenire la degenerazione maculare) la zeaxantina (che associata alla luteina protegge la salute oculare) e il beta-carotene. I broccoli hanno un contenuto di beta-carotene più alto della media e sono quindi classificati come uno dei cibi più sani al mondo. I broccoli contengono, inoltre, un’importante combinazione di Vitamina A (sotto forma di beta-carotene) e di Vitamina K.

 

  • Utili nella prevenzione delle degenerazioni delle cellule celebrali
    Secondo uno studio condotto dall’Università di Dundee (Scozia), i broccoli aiutano l’organismo contro il deterioramento delle cellule cerebrali mantenendo il cervello lucido grazie alla presenza del sulforafano. Questa sostanza aiuterebbe il meccanismo antiossidante nel nostro corpo, proteggendo le cellule cerebrali dall’attacco dei radicali liberi.

 

  • Importanti nella dieta di chi soffre di depressione
    Gli antiossidanti e la vitamina C presenti nei broccoli aiutano a contrastare la depressione.

 

  • Utili nella dieta degli epilettici
    Grazie all’alto contenuto di vitamina B5, conosciuta anche come vitamina “anti-stress”, sono utili per diminuire le crisi epilettiche, che possono essere innescate dallo stress.

 

  • Utili per chi soffre di emicrania
    I broccoli contengono co-enzima CoQ10, che ha dimostrato avere proprietà utili ad alleviare l’emicrania.

 

  • Alleati contro il bruciore di stomaco
    I beta-caroteni uniti ad altri antiossidanti e alle vitamine presenti nei broccoli alleviano i sintomi del bruciore di stomaco.

 

  • Aiutano a contrastare la pressione alta
    Numerose evidenze scientifiche sostengono che grazie ai nutrienti e agli antiossidanti che contengono, sono utili nella prevenzione della pressione alta

 

  • Utili per le articolazioni
    Uno studio condotto dalla University of East Anglia (UK) ha dimostrato che il sulforafano blocca gli enzimi responsabili della distruzione delle cellule articolari, intercettando una molecola che causa l’infiammazione. Per questo motivo, consumare alimenti ricchi di sulforafano può essere utile in pazienti affetti da osteoartrite e in generale per la salute delle articolazioni.

 

  • Utili come coadiuvanti nei trattamenti dermatologici
    Grazie all’alto contenuto di beta-carotene, vitamina C e folato sono utili nel trattamento dei sintomi di malattie dermatologiche, compresa la psoriasi

 

  • Utili nelle carenze di Vitamina D
    Secondo la World’s Healthiest Foods, “i broccoli non sono una fonte di questa vitamina”, tuttavia “sono una fonte eccezionale di vitamina K e A”. Diversi studi suggeriscono che potrebbero avere un ruolo particolare nel bilanciare il meccanismo con il quale la vitamina K e la vitamina A vengono assimilate e questo potrebbe aiutare chi è affetto da carenze di Vitamina D.

 

  • Utili per le ossa
    I broccoli contengono alti livelli di calcio e vitamina K, utili per la salute delle ossa.
    Secondo la World’s Healthiest Foods è consigliabile cuocere i broccoli a basse temperature, preferibilmente a vapore e per pochissimo tempo. Inoltre, i broccoli possono essere consumati anche crudi e in questo caso sono ottimi per prevenire una crescita eccessiva di batteri nello stomaco.

Al fine di ridurre l’eccessiva proliferazione di batteri nello stomaco, i broccoli possono essere consumati anche crudi.

In merito alla cottura migliore, la World’s Healthiest Foods consiglia le basse temperature, preferibilmente a vapore e per pochissimo tempo.

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *